Primo approdo…

Primo approdo…

Il Bilancio di Cantina al 31 luglio 2017

…… il Ministero ci informa che prima di salpare e  navigare nel mare magnum virtuale del registro telematico, per la incipiente vendemmia 2017,  è necessario un “primo approdo” con una chiusura della situazione al 31 luglio 2017.

Ciò  consiste nella redazione e validazione del bilancio relativo alla vecchia annata (2016/17) e relativa chiusura della stessa. Se tale operazione non sarà compiuta nei tempi previsti (entro il 10 settembre) il sistema non permetterà l’inserimento dei nuovi dati relativi all’annata vinicola 2017/18. La nave, cioè, rimarrà in porto!!

Si presume in attesa di un’ispezione a bordo con relative sanzioni!!

Fuor di metafora, di modo che nessuno si faccia  prendere da ansie e mal di mare, occorre chiarire alcuni punti cardine

SIAN: non perdiamo la bussola!

Come orientarsi?

…… da oggi, dunque, si fa sul serio. Il registro telematico entra nella sua piena operatività, dopo un “periodo di accompagnamento” di sei mesi probabilmente troppo lungo che ha, inevitabilmente, alimentato dubbi ed incertezze in molti operatori. Si tratta comunque, a mio avviso, di una notizia positiva; infatti  l’ulteriore dilazione avrebbe messo gli operatori nella assai poco piacevole prospettiva di affrontare la vendemmia senza alcuna certezza circa le modalità di contabilizzazione dei prodotti vinicoli e di annotazione delle trasformazioni;   con pesanti ricadute dovute allo stato confusionale che si sarebbe, inevitabilmente, generato. Meno positiva è la constatazione che il periodo concesso per testare il sistema in condizioni di piena operatività sia di appena un mese o poco più, poiché la nuova annata vinicola comincia, formalmente, il 1° agosto prossimo e la vendemmia segue a ruota.

E’, pertanto, caldamente, raccomandato a tutti gli utilizzatori di sistemare tutti i conti attivi (prodotti detenuti) sia in ambiente test che in ambiente reale al più presto possibile e, comunque, prima dell’inizio della nuova vendemmia. Nel far ciò l’aspetto fondamentale da verificare è che tali conti rispecchino la reale giacenza fisica della cantina.

TORREVENTO - Corato (BA)

Tracciabilità e registro telematico

Indicazione del vaso vinario al SIAN: si o no?

Giungono numerose richieste sia in merito ad alcuni dubbi inerenti l’obbligo o la facoltà di indicazione del vaso vinario per le  varie tipologie di prodotti vinosi detenuti in cantina sia a proposito del momento in cui sia necessario identificare la partita con il nr di Lotto che dovrà, obbligatoriamente, figurare sull’etichetta dei prodotti condizionati ed imbottigliati.

In linea generale l’indicazione del vaso vinario è inquadrabile nella problematica inerente la tracciabilità/rintracciabilità di alimenti e bevande,  obbligatoria per tutti gli Operatori del Settore Alimentare a decorrere dal 2005, in applicazione del Regolamento CE nr 178/2002.

Sistemi e Methodus Informatica a VINITALY 2017

VINITALY 2017 – 51^ EDIZIONE

Produttori, importatori, distributori, ristoratori, giornalisti, opinion leaders, provenienti da tutto il mondo, arrivano a Verona per conoscere le tendenze del mercato, scoprire le innovazioni e creare nuove opportunità di business. Quattro giorni di grandi eventi, rassegne, degustazioni e workshop mirati all’incontro delle cantine espositrici con gli operatori del comparto, assieme ad un ricco programma convegnistico che affronta ed approfondisce i temi legati alla domanda ed offerta in Italia, Europa e nel resto del mondo.