SIAN: non perdiamo la bussola!

Come orientarsi?

…… da oggi, dunque, si fa sul serio. Il registro telematico entra nella sua piena operatività, dopo un “periodo di accompagnamento” di sei mesi probabilmente troppo lungo che ha, inevitabilmente, alimentato dubbi ed incertezze in molti operatori. Si tratta comunque, a mio avviso, di una notizia positiva; infatti  l’ulteriore dilazione avrebbe messo gli operatori nella assai poco piacevole prospettiva di affrontare la vendemmia senza alcuna certezza circa le modalità di contabilizzazione dei prodotti vinicoli e di annotazione delle trasformazioni;   con pesanti ricadute dovute allo stato confusionale che si sarebbe, inevitabilmente, generato. Meno positiva è la constatazione che il periodo concesso per testare il sistema in condizioni di piena operatività sia di appena un mese o poco più, poiché la nuova annata vinicola comincia, formalmente, il 1° agosto prossimo e la vendemmia segue a ruota.

E’, pertanto, caldamente, raccomandato a tutti gli utilizzatori di sistemare tutti i conti attivi (prodotti detenuti) sia in ambiente test che in ambiente reale al più presto possibile e, comunque, prima dell’inizio della nuova vendemmia. Nel far ciò l’aspetto fondamentale da verificare è che tali conti rispecchino la reale giacenza fisica della cantina.